IMG_5218

Aggiornamento al 20 Giugno

Posted on Posted in notizie dal parco

Ancora un passo avanti, il penultimo!(?)

Cari amici, qualche mese fa scrivemmo un post nel quale avevamo paragonato la realizzazione del Parco Aurora ad un ipotetico viaggio fra Milano e Roma.

E avevamo detto che al momento eravamo arrivati ad Orte.

Finalmente siamo ripartiti!

Come forse ricorderete il passo successivo a quello del cambio di destinazione d’uso del parco era il trasferimento della “presa in carico” dell’area verde dall’ufficio PAU del comune di Roma all’ufficio Giardini del Comune di Roma.

Per farlo è stato necessario coinvolgere l’ufficio Patrimonio del Comune di Roma che ha dovuto fare una serie di verifiche catastali e sopralluoghi prima di poter proseguire nel procedimento di assegnazione all’ufficio giardini del “Parco Aurora”.

verbale sopralluogo
foto del verbale con le annotazioni richieste per poter procedere all’assegnazione del parco

Finalmente un parco al 100%

Il 20 Giugno questo iter si è concluso, e finalmente il “Parco Aurora” è passato in mano all’ufficio giardini del Comune di Roma divenendo a tutti gli effetti uno dei tanti parchi pubblici del comune stesso.

Per fare questo passaggio è stato necessario un sopralluogo direttamente al parco di tutte le parti interessate.

Sapevamo che oggi ci sarebbe stata questa riunione, ma credevamo si tenesse negli uffici comunali del Patrimonio, dove il presidente del Cdq si era recato per “imbucarsi” e provare ad assistere.

A tal proposito lasciatemi ringraziare pubblicamente Mario Puliafito uno dei migliori e attivi presidenti di Cdq che questo quartiere abbia mai avuto.

Sempre disponibile in tutto.

Pensate che l’ho avvisato la sera prima di questa riunione (all’inizio pensavo di andarci io, ma poi un impegno di lavoro mi ha impedito di presiedere) e gli ho chiesto di provare a vedere se lo facevano entrare.

Lui non ci ha pensato un secondo e la mattina del 20 giugno era li presente negli uffici del Patrimonio del comune di Roma e…

Nulla, la riunione era stata spostata qui al Parco Aurora!  (purtroppo ero stato informato male), cosi non ha potuto assistere… 🙁

ma torniamo a noi..

Come detto tutti i funzionari interessati da questo cambio sono venuti direttamente al Parco per vederlo  e firmare il verbale relativo al cambio da un ufficio all’altro.

E’ stata l’occasione anche per prender visione di alcune cose che non vanno.

Dovete sapere che il Parco Aurora, da quando è iniziata tutta questa avventura è diventato sempre più vivo e frequentato.

Cosi tante mamme e papà, in attesa di vederlo finito, hanno regalato alcune altalene e giochini vari in modo da far giocare i numerosi bambini che ogni giorno affollano l’area.

Noi stessi, gli amici scout di UBUNTU (il gruppo di quartiere) ed altre realtà associative di zona, nel tempo avevamo iniziato ad arredarlo, costruendo delle sculture con pneumatici usati, panchine con pallet etc.

Se vogliamo andare avanti va tolto tutto!

Bene, per poter procedere all’autorizzazione definitiva all’installazione dei giochi, è stata fatta richiesta al CDQ di rimuovere tutti i giochi e quant’altro presente non a norma.

Inoltre gli è stato anche chiesto di farsi carico della costruzione di  una staccionata perimetrale (il parco presenta un avvallamento di un paio di metri lungo tutto il perimetro) in modo che i bambini non corrano il rischio di cadere lungo questo pendio (parliamo di un dislivello di un paio di metri).

Una volta tolti i giochi, costruita la staccionata, divelto un tratto di asfalto che non si sa come è finito all’interno del Parco, allora l’ufficio giardini potrà autorizzarci a iniziare i lavori ed installare i giochi definitivi.

La palla è quindi tornata a noi, o meglio nelle mani del CDQ Villa Verde!

Il problema più grande è la costruzione della staccionata, onestamente non ho idea di quanti soldi ci siano nelle casse del comitato di quartiere per affrontare questa spesa imprevista. 🙁

Io mi sono già attivato con dei canali che avevo per vedere se qualche sponsor -che all’inizio dell’avvio della campagna di crowdfounding si era reso disponibile a supportarci- a distanza di un anno sia sempre disponibile a farlo.

Sono convinto che anche il comitato di quartiere, proverà a far di tutto per mandare avanti il progetto.

Di una cosa sono sicuro, siamo arrivati fino a questo punto, non ci fermeranno una staccionata ed un pezzo di asfalto!

Grazie,come sempre, per aver letto sino a qui.

Vi terrò aggiornati appena avrò altre notizie!.